Impugnature: migliori prodotti di Maggio 2021, prezzi, recensioni

Se stai cercando le migliori impugnature per fotocamere significa che desideri disporre di un sostegno semplice e dinamico per il tuo dispositivo. Le impugnature per le fotocamere sono degli accessori che ti permettono di incastrare la fotocamera sulla superficie di un asse e di portarlo in giro afferrandolo con la mano. Se vuoi approfondire tutti i dettagli di questi prodotti, nei prossimi paragrafi ti illustreremo ogni parametro utile per il tuo acquisto.

Impugnature per fotocamere: cosa sono

Per impugnature delle fotocamere si possono intendere vari accessori fotografici. Il primo in assoluto è il cavalletto ad una sola asse, ovvero il monopiede. Questo strumento fotografico dispone di un’impugnatura per poter sorreggere la fotocamera con le mani e per poter avere un prodotto molto più versatile di un semplice treppiedi.

Se infatti il treppiedi viene usato per sostenere la fotocamera a terra, anche sui terreni più dissesti, il monopiede viene utilizzato anche per sollevare la fotocamera in posizioni più alte per poter riprendere da una migliore prospettiva.

Le impugnature per fotocamere sono anche altro. Oltre ai monopiedi potremo trovare degli strumenti più semplici e meno strutturati. Stiamo parlando dei selfie-stick, ovvero dei bastoni sulla cui estremità si può avvitare la fotocamera per degli autoscatti che sembreranno fatti da un’altra persona.

Ogni macchina fotografica, nella parte inferiore, dispone di un foro d’uscita, una sorta di ghiera dove vanno avvitati i cavalletti. Ed è proprio da qui che potremo montare le nostre impugnature per fotocamere. Scopriamo quali sono le migliori.

Impugnature per fotocamere: come sono fatte

Le impugnature per le fotocamere hanno una struttura variegata. Se ci riferiamo ai selfie stick, questi risultano molto leggeri e flessibili, invece i monopiedi hanno un design più compatto e resistente.

I selfie stick devono essere più leggeri perché nascono per sorreggere i cellulari e non le grandi attrezzature fotografiche come invece deve fare il monopiedi. Quest’ultimo infatti è adatto per le reflex, quindi per le macchine fotografiche professionali.

Un fattore a cui fare riferimento sono le dimensioni, e quindi la lunghezza, ma anche il peso e la possibilità di cambiare angolazione al dispositivo fotografico.

Un monopiede può raggiungere un’altezza di un metro e 50. La sua asta è divisa in varie sezioni, ognuna di queste può richiudersi dentro all’altra per ridurre la lunghezza del monopiede. Ogni sezione dispone di un sistema di sgancio per ridurre o estendere rapidamente il monopiede. I bastoni selfie invece partono da una lunghezza di 35 cm e possono raggiungere anche il metro. E’ opportuno notare che per gli autoscatti c’è bisogno di una lunghezza maggiore se vogliamo far rientrare nell’inquadratura più persone possibili.

Per quanto riguarda il peso, il monopiede può arrivare a qualsiasi valore perché fondamentalmente verrà poggiato a terra, anche se durante gli spostamenti lo solleviamo a mano. Il selfie stick invece dovrà garantire leggerezza poiché dovremo sempre sollevarlo. Il suo peso dovrà infatti aggirarsi tra i 90 grammi e i 450 grammi.

Un altro valore a cui far riferimento è la possibilità che la fotocamera o il cellulare possano ruotare. Il monopiede di solito ha un perno che consente alla fotocamera di fare dei micro movimenti per cambiare l’angolazione e la prospettiva, ovvero la testa. Il bastone selfie invece di solito è realizzato in modo tale che il cellulare possa ruotare di 360 gradi. 

Stabilità e materiali

Per capire se le impugnature per fotocamere siano davvero efficaci bisognerà controllare alcuni aspetti che ci faranno capire se il prodotto sarà davvero stabile. E per poterlo capire dovremo andare a guardare ai materiali dei supporti.

I monopiedi per essere davvero resistenti e stabili dovranno essere realizzati in alluminio. Si tratta di un materiale che tende però ad essere pesante, soprattutto se non dobbiamo caricare un’attrezzatura fotografica troppo pesante. Allora potremo indirizzarci anche nella fibra di carbonio, un materiale molto resistente e più leggero dell’alluminio. 

Per quanto riguarda i selfie stick, la stabilità sarà dovuta dai materiali di sue componenti: il manico ed il bastone. Spesso la parte del manico, ovvero dell’impugnatura, è realizzata in plastica. Ma se la plastica è scadente e sottile rischieremo di dover buttare il prodotto alla prima ammaccatura. Sarà meglio preferire un selfie stick con un’impugnatura in silicone. Invece il bastone di solito è realizzato in metallo.

Compatibilità del supporto

Le impugnature per le fotocamere dovranno essere sempre compatibili con i supporti che disponiamo. Dovremo sempre controllare che il monopiede che vogliamo acquistare sia compatibile con la fotocamera che abbiamo. E quindi dovremo sempre controllare sulla confezione del monopiede le varie informative.

Anche per quanto riguarda i selfie stick andrà sempre verificata la compatibilità con i vari cellulari. Ormai tutti gli smartphone di circa 4 o 5 pollici sono adatti con i bastoni selfie e troveranno uno strumento per loro. Ma se superano quei pollici sarà più difficile cercare un prodotto compatibile.

Capacità di carico

Ogni tipo di impugnatura, che si un monopiedi o un selfie-stick, ha una precisa capacità di carico. Ovvero ha un determinato tipo di peso che può supportare. Non potremo caricare un’attrezzatura fotografica troppo pesante su un cavalletto leggero.

I monopiedi non hanno una resistenza molto alta rispetto ai treppiedi, molto più stabili e forti. Tuttavia i modelli in alluminio possono garantire una buona capacità di carico. Inoltre, è da ricordare che il peso del monopiedi dovrà sempre essere almeno il doppio di quello del dispositivo fotografico.

Il selfie stick invece può supportare fino a 500 grammi di peso, questo perché è ideato per i cellulari e quindi per pesi molto minimi. Alcuni modelli più resistenti e professionali possono arrivare anche a sorreggere un kilogrammo.

Impugnature per scatti da remoto

Sia i monopiedi che i selfie stick consentono di attivare la funzione da remoto grazie ai modelli wireless. Questi speciali modelli vi garantiranno degli ottimi scatti grazie alla connettività con il Bluetooth. E’ prevista anche la presenza di un telecomando con dei pulsanti da premere per scattare delle foto quando lo decidete voi senza impostare per forza l’autoscatto.

Il telecomando avrà il suo preciso alloggiamento sull’asta del monopiede oppure sul selfie stick.

Fasce di prezzo

Un ultimo fattore da tenere in considerazione per la scelta dei migliori monopiedi o dei selfie stick è la fascia di prezzo. In base al vostro budget potrete scegliere un prodotto che rientra nelle vostre aspettative.

Il monopiede ha dei costi piuttosto vari in base al modello, alla marca e alle funzionalità. Potrete trovare ottimi modelli del brand Andoer, Neewer o Manfrotto a meno di 50 euro che vi offriranno un’esperienza davvero unica. Ma se siete dei veri professionisti e avete bisogno di uno strumento lavorativo, troverete anche dei modelli ad una fascia di prezzo che supera i 100 euro.

Per quanto riguarda i selfie stick invece, occorre sapere che di norma si tratta di prodotti piuttosto economici. Il prezzo infatti oscilla tra i 6 euro e i 30 euro. I modelli di marche più note supereranno però i 30 euro, in alcuni casi supereranno anche i 50 euro.  Ma spesso si tratta di un accessorio acquistato per diletto o per chi viaggia, quindi non converrà spendere troppo. Altrimenti vi consigliamo di indirizzarvi nei monopiedi, molto più resistenti e con una versatilità e delle performance che ripagano nella spesa.

Ora che avete scoperto quali sono le migliori impugnature per le fotocamere, quali son i vari modelli ed ogni tipologia di caratteristica, avrete sicuramente capito qual è la tipologia adatta a voi. Potrete acquistare il vostro modello e godervi questo fantastico accessorio per fotocamere.

Classe 1993, laureata in Lingue e in Giornalismo e nata a Roma. Da sempre sono un’appassionata di scrittura in ogni sua forma: dalla cronaca all’attualità fino alla tecnologia. Sono una grande appassionata di fotografia e amo scoprire nuovi accessori per scattare fotografie straordinarie. Approfondire le tematiche è il mio unico credo, prima di tutto c’è sempre la Scoperta.

Back to top
menu
accessoriperfotocamere.it